La pace perpetua

La pace perpetua
Juan Mayorga
La pace perpetua
euro 7,00
60 pagine
2014
collana: Green room
EAN: 97-888-97356-02-8

In un luogo segreto tre cani competono per ottenere l’agognato collare bianco e con esso la qualifica di cane militare di élite, “una professione dal grande avvenire”. Attraverso una serie di prove fisiche e psicologiche sempre più complesse, emergono alcuni dei più importanti temi e dilemmi della vita politica e sociale di oggi.
Juan Mayorga è un autore classico e contemporaneo: i temi che fanno da spina dorsale al suo teatro riguardano senza dubbio le emergenze e le contraddizioni del nostro tempo ma solo in quanto queste possono offrirci una lente di ingrandimento e responsabilizzarci rispetto a tutto ciò che è già stato e a tutto ciò che resta da fare. Il suo grande dono è quello di sapere offrire a tutti noi, senza mai volerci educare, delle possibili chiavi di lettura, dei possibili spunti di riflessione rispetto ai conflitti e ai paradossi che ci abitano e che ci dominano. – Jacopo Gassmann (dalle note di regia)

Green room
una collana diretta da Jacopo Gassmann

Il progetto prende il nome da un’espressione tecnica che può essere trasformata nella metafora di un modo di concepire il teatro.
Il termine “green room” ha infatti una sua curiosa e ambigua storia etimologica, piena di rimandi e interpretazioni, alcune delle quali piuttosto evocative. Nell’accezione più comune è una sala allestita per accogliere e accomodare degli individui nell’attesa di un’esibizione o di un intervento pubblico. In ambito teatrale è lo spazio dietro le quinte in cui gli artisti possono sostare prima, durante e dopo uno spettacolo. È la stanza dove gli attori possono ripassare le battute, riscaldarsi o semplicemente ricevere gli ultimi ritocchi di trucco. È il luogo dove riposare e stemperare la tensione o dove raccogliersi in silenzio e trovare la giusta concentrazione prima dell’entrata in scena, ma anche lo spazio in cui brindare a un successo e incontrare il pubblico dopo la messa in scena. Nel gergo teatrale, il termine “green room” è anche a volte utilizzato per indicare il momento in cui la compagnia si riunisce per le note di regia.